TESTO DI

Lisa Bellocchi

Villa Caprile si erge alta nel cielo blu di Pesaro



Villa Caprile si erge alta nel cielo blu di Pesaro, alle pendici del Monte San Bartolo. La si scorge dalla Flaminia, e raggiungerla permette di allargare progressivamente lo sguardo sui tre giardini digradanti: da quello di Atlante al Pomario, passando per il giardino delle essenze.

La villa di delizie che il marchese Giovanni Mosca fece edificare per sé e per la propria famiglia è famosa a livello internazionale perché ospita – ancora perfettamente funzionanti ed esibite ogni estate ai turisti- complesse reti di giochi d’acqua.

La Piccola Versailles marchigiana venne acquistata nel 1876 dall’Accademia agraria di Pesaro (nata nel 1827 con l’approvazione di papa Leone XII), che ne fece il proprio centro di ricerca.

Nei secoli, la splendida villa ha mantenuto ed incrementato lo spirito di luogo di ricerca e di formazione; essa è infatti ora sede dell’Istituto “Cecchi”, un fiore all’occhiello della scuola italiana, che si definisce con lungimiranza “Istituto Tecnico per l'Agraria, l'Agroalimentare e l'Agroindustria” e “Istituto Professionale per l'Agricoltura, lo Sviluppo Rurale, Valorizzazione dei prodotti del Territorio e Gestione delle Risorse Forestali e Montane”.

Strettamente legato alle forze produttive del territorio, il Cecchi offre ai circa 1100 allievi la possibilità di sperimentarsi concretamente sul campo ben prima di conseguire il diploma. Sono gli studenti stessi a manutenere (sotto la guida dei docenti) il ricchissimo giardino delle rose, gli alberi delle limonaie, le piante dello straordinario “teatro di verzura”, che ancor oggi ospita spettacoli estivi.

Non solo scuola, ma anche azienda agricola, Il Cecchi coltiva 25 dei 35 ettari che costituiscono il terreno disponibile: 11 a seminativo, 1 a frutteto, 2 a vigneto e 1,5 a uliveto e 10 a bosco.

La dirigente scolastica Donatella Giuliani spiega con entusiasmo quante cose si realizzano entro i vasti confini di Villa Caprile, che si apre anche per cerimonie pubbliche e private, matrimoni compresi. Naturalmente, oltre che un’occasione... continua a leggere »

 

 


AREA

Archivio »

L'ANGOLO DELLA POESIA

Archivio »

RICETTA

Archivio »

ALTRI ARTICOLI

NĀ°19

maggio 2018

EDITORIALE

Emilio Bonavita

Quella Napoli che non ti aspetti un’occasione di incontro tra cultura e gastronomia tra mercati del pesce e negozi del centro una rivelazione di sfogliatelle e babà...  continua »

 
 
 
 
 
 
ArchivioCONSULTA TUTTO »

 

OmnisMagazine n°18
» Consulta indice