Now Reading
Restyling per la pera IGP

N. 72- Novembre 2022

 

 

Restyling per la pera IGP

La pera IGP dell’Emilia Romagna va alla riscossa del mercato. Lo fa con una massiccia campagna promozionale, realizzata dal Consorzio di tutela con il finanziamento della Regione Emilia Romagna, che arriva in un momento molto delicato per i produttori del gustoso frutto.

In Italia si concentra il 25 per cento della produzione pericola europea, ed in Emilia Romagna il 70% di quella nazionale. Una così significativa sovrapposizione tra prodotto e territorio si ha solo con l’arancia rossa in Sicilia. Questa “densità” giustifica ampiamente l’impegno della Regione, che però – ha ricordato l’assessore Alessio Mammi – aveva chiesto preventivamente ai produttori di dimostrare l’interesse aderendo al Consorzio. 

Nonostante fossero reduci da 4 campagne consecutive senza reddito – ha spiegato il presidente Mauro Grossi – gli agricoltori hanno accettato la sfida: nell’ultimo anno le aziende aderenti al Consorzio sono salite a 696, quasi il doppio dell’anno precedente. La certificazione IGP riguarda ormai 4.000 ettari dei 15.000 totali.

La campagna di comunicazione parte del restyling del bollino IGP, che viene assegnato ad otto varietà della produzione pericola regionale, e dalla creazione di una categoria “selezione”, che segnala le produzioni di qualità top. Il progetto – che comporta anche spot televisivi e pubblicità tabellare- si svilupperà nell’arco di tre anni.

Con lo slogan “L’inizio di una nuova P-era”, la nuova strategia è stata presentata assieme ai presidenti del CSO Paolo Bruni e di Apo-Conerpo Davide Vernocchi, e ai “comunicatori” Roberto Della Casa, Luca Pagliacci e Francesco Bettelli.

L.B.

Via del Battirame, 6/3a · 40138 Bologna - Italy
Tel +39 051 531800
E-mail: redazione@omnismagazine.com
Aut. Tribunale di Bologna n. 8115 del 09/11/2010

Editore: Mediatica Web - BO

Scroll To Top