Now Reading
Poesie “oltre le nuvole”

N. 88- Aprile 2024

 

 

 

Poesie “oltre le nuvole”

“Fare la guerra significa/perdere/il senso dell’essere umani”: con questa riflessione Iride Conficoni conclude la poesia “Venti di guerra”, data febbraio 2022, data dello scoppio della guerra Russia-Ucraina.

Il componimento fa parte, assieme ad altri cinquantadue, di una pregevole raccolta dal titolo “Oltre le nuvole”; le poesie coprono un arco temporale che corre dall’aprile 2021 al luglio 2023.

Al drammatico naufragio avvenuto davanti a Crotone nella notte tra il 25 e il 26 febbraio 2023 – contrassegnato dalla morte di 94 migranti tra cui 31 minori – l’autrice, nota docente di grafologia, dedica due poesie. In “La tragedia del mare davanti a Crotone” annota: “Si resta impotenti, /il cuore straziato, /davanti a quei corpi” che definisce: umili scarti d’umanità tradita da chi … illude e approfitta. Nella seguente scrive a proposito della tragedia: “è sì naufragio, ma della pietà!”

Assai propositiva è la riflessione contenuta nel componimento “Radici” del maggio 2022: la scoperta delle proprie radici è certamente motivo e fonte di speranza e nel contempo “legame a un passato remoto/che vive con te nel presente”. La poesia è preceduta da un’emblematica fotografia di Gian Franco Iori, artista raffinato ed innovativo, che ben introduce il testo poetico.

Il titolo della raccolta, edita in accurata veste grafica dalle reggiane Edizioni San Lorenzo, vuole significare il desiderio dell’autrice di attingere l’infinito, come scrive nella prefazione Paola Cadonici. E nei componimenti “La sapienza della vita” e “Nostalgia d’infinito” Iride Conficoni insiste questo tema.

I drammi presenti e passati dell’umanità ritornano nei componimenti: Gli occhi della memoria, Preghiera per la pace, Civiltà negata, Il grido dei popoli.

Una poesia è dedicata a Maria Maddalena chiamata ad annunciare parole che sono speranza di vita.

Il libro, impreziosito dal corredo iconografico di Gian Franco Iori, è concluso da queste annotazioni della stessa autrice: “in questi tempi di incertezza, paura, inquietudine risulta ancora più urgente il bisogno di parole poetiche capaci di stemperare ansie e preoccupazioni”. Saggiamente Iride Conficoni puntualizza: “A differenza di quanto accade nei messaggio elettronici, spesso impersonali e improvvisati, la parola poetica dà valore ai messaggi maturati dopo attenta riflessione, messaggi che trasmessi sulla carta vi si imprimono e restano nel tempo, veri compagni di viaggio”.

Giuseppe Adriano Rossi

Via del Battirame, 6/3a · 40138 Bologna - Italy
Tel +39 051 531800
E-mail: redazione@omnismagazine.com
Reg. Tribunale di Bologna n. 8115 del 09/11/2010

Editore: Mediatica Web - BO

Scroll To Top