Now Reading
Passeggiate nei castelli estensi tra storie e curiosità

N. 69- Agosto 2022

 

 

Passeggiate nei castelli estensi tra storie e curiosità

Il castello più famoso è sicuramente quello di Canossa, che però è anche quello più provato dagli uomini (guerre) e dalla natura (terremoti). Il castello più, grande, suggestivo ed elegante è sicuramente quello di Ferrara, patrimonio Unesco, che giganteggia al centro della città (nell’immagine qui sopra).

Sono dodici castelli di tre province dell’Emilia, Ferrara, Modena e Reggio Emilia, quelli presentati nel volume “Castelli estensi – un percorso tra aneddoti e curiosità”, edito dalla rivista Terra e Identità dell’omonima associazione, impegnata da più di vent’anni nella divulgazione e promozione culturale dei territori dell’ex ducato degli Estensi.

A prima vista il volume si presenta come un prontuario turistico per castelli che hanno già una certa notorietà, ma già dalle prime pagine ci si rende conto che ci troviamo di fronte a un documento di interesse sia per gli appassionati di turismo, sia per chi ama la storia, ammesso che le due cose si possano separare in chi vuole visitare e viaggiare per territori in cui la bellezza e il fascino derivano dall’accumularsi di storie, vicende e monumenti dei secoli passati.

Studiosi di storia e di cultura locale ripercorrono per ogni castello le vicende di personaggi che ne sono stati protagonisti, con vite che sembrano uscite da un romanzo, come la storia d’amore tra Laura Malatesti, detta Parisina, e Ugo d’Este, degna di quella più famosa di Paolo e Francesca cantata da Dante; o la vita, che sembra uscita da uno scrittore di noir, di Laura d’Este, principessa della Mirandola, vissuta all’ombra di stregonerie e possessioni demoniache.

Del resto in questi castelli hanno vissuto (e sono stati amministratori e responsabili di governo) anche importanti narratori e poeti, come Matteo Maria Boiardo e Ludovico Ariosto, entrambi narratori delle gesta del paladino Orlando (Innamorato, nel caso del primo, e Furioso per il secondo). Il Boiardo in particolare non finirà mai il suo capolavoro Orlando Innamorato, perché troppo impegnato ad amministrare e, soprattutto, a difendere il suo feudo, nel castello di Scandiano.

Corredato da belle foto, il volume è un ottimo strumento per il turista perché la presentazione di ogni castello è un quadro completo di storia, territorio, tradizioni, gastronomia, percorsi e architettura, che permette di visitare i luoghi con una visione che non è di semplice fruizione usa e getta, ma che trasporta nella cultura e nella storia locale, che spesso è stata storia nazionale ed europea, come nel caso di castello di Canossa.

Giuseppe Di Paolo

Via del Battirame, 6/3a · 40138 Bologna - Italy
Tel +39 051 531800
E-mail: redazione@omnismagazine.com
Aut. Tribunale di Bologna n. 8115 del 09/11/2010

Editore: Mediatica Web - BO

Scroll To Top