Now Reading
Palazzo Campogrande incubatore culturale

N. 86- Febbraio 2024

 

 

 

Palazzo Campogrande incubatore culturale

Nel giorno dedicato al patrono della città, San Petronio, già uniti in matrimonio civile, Stefano e Daniela Campogrande hanno sigillato il loro rapporto con una cerimonia religiosa. In quell’occasione hanno dato notizia di un nuovo polo che sarà a disposizione della città – dopo i necessari lavori – dal 2024. E’ l’annuncio finale, un poco misterioso, di una conferenza stampa sui generis nel corso della quali i due, ma soprattutto Daniela, hanno elencato una quantità davvero notevole di iniziative, cogliendo l’occasione della riapertura della Sala degli Specchi e delle altre sale affrescate di Palazzo Pepoli Campogrande, l’imponente edificio sito al civico 7 della centralissima via Castiglione, a Bologna. Alle sale si accede dalla scala C dello storico Palazzo.

“Dove eravamo rimasti? Ci ritroviamo dieci anni dopo la prima mostra, allestita in queste sale, ad annunciare che abbiamo definitivamente restituito alla città di Bologna un gioiello storico, unico nel suo genere, uno spazio elegante di divulgazione e condivisione della cultura, una dimora preziosa, finalmente riaperta al pubblico, con una formula rinnovata, in cui convivono Arte e Design in dialogo con la storia che ci circonda, avendo da sempre una sola mission: divulgare bellezza!”. Così Stefano e Daniela Campogrande definiscono la loro attività che abbraccia vari campi. Infatti, dopo Campogrande concept – parte dell’Associazione Dimore storiche – che ha sviluppato attività e rapporti con la Quadreria di Palazzo Rossi Poggi Marsili e l’ERT/Arena del Sole è arrivato anche Campogrande Real Estate, non per essere la 801esima immobiliare che opera sul mercato bolognese (tante sono oggi!), ma per fornire servizi che altri non garantiscono, a cominciare da trattative riservate, dall’assistenza legale e dando risposte ad esigenze particolari, con un ambito di rapporti che copre tutto il territorio nazionale. E così è arrivato il momento di dare vita ad un vero gruppo, il Campogrande Group.

I Campogrande – che oggi approdano alla creazione del Gruppo – hanno realizzato, durante il decennio trascorso, iniziative di spessore culturale attraverso l’allestimento di mostre d’arte contemporanea, salotti culturali, sfilate, servizi fotografici, eventi aziendali, perfino cene di gala, nella notevole cornice della Sala degli Specchi e delle sale affrescate del Palazzo bolognese, ma non solo, anche in altre città del Bel Paese.

Si può ben dire di essere di fronte ad una forma di mecenatismo contemporaneo, che ha funzionato come incubatore culturale.

La specializzazione divenuta sempre più coinvolgente è quella, attraverso i tanti artisti coinvolti, al servizio di catene alberghiere, sedi istituzionali, residenze storiche, dove la progettazione e la ristrutturazione non si ferma al solo arredo, ma riguarda tutto quello che caratterizza e rende riconoscibile un albergo, una banca, un ristorante, un negozio, una villa.

Daniela Campogrande, in tutta questa attività, denuncia un obiettivo assai ambizioso: spostare il centro italiano della moda e dell’arte dalla sua attuale capitale, Milano, a Bologna, tenendo conto dell’eccezionale posizione strategica e della sua maggiore vivibilità. Già ora Campogrande Group offre i propri spazi come luoghi di presentazione per aziende che vogliano una vetrina alternativa a quella offerta tradizionalmente dal capoluogo lombardo.

Intanto, è stato sviluppato il rapporto con il Cersaie, il più importante avvenimento fieristico bolognese, nel corso del quale, ogni pomeriggio c’è stata un’iniziativa dedicata ad un Progetto artistico. E, durante la fiera della ceramica ha funzionato un “Campogrande Design Hub”.

L’attività della coppia non trascura l’attualità e l’impegno sociale: ci sarà una mostra dedicata, nella sede della Quadreria di Palazzo Rossi Poggi Marsili, alle località romagnole maggiormente colpite dall’alluvione a cui saranno invitati gli esponenti delle istituzioni locali; altro tema, quello della violenza sulle donne, altra mostra, questa volta al Teatro Arena del Sole utilizzando i tre piani del foyer.

Giovanni Rossi 

Via del Battirame, 6/3a · 40138 Bologna - Italy
Tel +39 051 531800
E-mail: redazione@omnismagazine.com
Reg. Tribunale di Bologna n. 8115 del 09/11/2010

Editore: Mediatica Web - BO

Scroll To Top