TESTO E FOTO DI

Matteo Franzoni

La casa di Enzo Ferrari



Un Museo di 5000 mq

Inaugura con grande successo a marzo 2012 a Modena il Museo Casa Enzo Ferrari.La casa natale di Enzo Ferrari si trasforma in museo per raccontare, attraverso immagini inedite e filmati la vita dell'uomo, del pilota e costruttore modenese, divenuto icona del novecento. La creazione è fortemente voluta dalla Fondazione Casa Natale Enzo Ferrari, nata nel 2003, allo scopo di valorizzare la figura, le opere e la storia dell'insigne Modenese. La struttura è stata progettata da Future Systems, noto studio di Londra di assoluta fama internazionale, che si è aggiudicato l’appalto inerente al concorso indetto dalla Fondazione Casa Natale, mentre gli interni e la direzione artistica spettano all'architetto Andrea Morgante, co-progettista dell'opera. Enzo, grande appassionato di motori sin da bambino, proprio in questi luoghi ha sognato di produrre automobili e seppur di origini contadine è sempre stato affascinato dalla tecnologia.

 

Possiamo definire Enzo un rivoluzionario che con i suoi coraggio e intraprendenza, prima come pilota poi come imprenditore e costruttore ha saputo entrare nella storia dell'automobilismo creando un marchio che fonde eleganza e potenza a velocità e classe. Il visitatore si immergerà in questa atmosfera compiendo un viaggio coinvolgente attraverso un'esposizione di oggetti, fotografie e documenti su sfondo bianco, simulando le pagine di uno splendido libro sulle quali viene narrata la vita del costruttore. A fianco della casa natale di Ferrari è stata realizzata una struttura avveniristica per accogliere la galleria espositiva, un grande guscio giallo definito cofano, che avvolge la casa senza sovrastarla, realizzata in alluminio giallo, colore simbolo della città di Modena che Enzo scelse come sfondo per il celeberrimo marchio del Cavallino Rampante .La struttura, altamente futuristica, è realizzata ad alto risparmio energetico e ad elevata sostenibilità ambientale, rispettando i dettami della bioclimatica e utilizzando materiali all'avanguardia. All'interno della galleria le auto, protagoniste indiscusse dell'allestimento, presentate su pedane mobili che permettono un'ottimale visibilità a tutti i visitatori, corredate da documentazione e contributi audio-video. Le automobili, considerate da Ferrari creature alle quali indirizzare tutta la sua genialità, creatività e fantasia .Automobili come sinonimo di progresso per esplorare nuove frontiere tecnologiche.

In esposizione non troviamo solo automobili Ferrari, ma anche Alfa Romeo per la quale casa Enzo lavorò come manager permettendo a piloti del calibro di Nuvolari di correre.

 

La prima auto completamente costruita da Ferrari è stata la Auto Avio Costruzioni 815, anche se la sua paternità non gli verrà mai riconosciuta interamente. Seguiranno poi le prime automobili del mito, le Ferrari di Enzo Ferrari, la 125 Sport, la 166 F2, la 166 MM.

La superficie complessiva del Museo si aggira sui 5000 mq, comprendenti anche un centro di documentazione, una conference room, il bookshop e una caffetteria.

 

 


AREA

Archivio »

L'ANGOLO DELLA POESIA

Archivio »

RICETTA

Archivio »

ALTRI ARTICOLI

N°7

luglio 2020

EDITORIALE

Emilio Bonavita

Cari Lettori cari amici il nuovo numero di Omnis magazine che proponiamo alla vostra attenzione si apre con un articolo dedicato a quanto di più bello ci può...  continua »

 
 
 
 
 
 
ArchivioCONSULTA TUTTO »

 

OmnisMagazine n°42
» Consulta indice